Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page Home page

“Frutti perduti e ritrovati”: conclusa con successo a Lamezia la settimana di studio e divulgazione sulla biodiversità frutticola calabrese"

Si è conclusa a Lamezia Terme (CZ) con grande successo la settimana di studio e divulgazione dedicata alla biodiversità frutticola della Calabria, promossa congiuntamente dal Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria e dall’ARSSA (Agenzia Regionale per i Servizi e per lo Sviluppo in Agricoltura) della Regione Calabria, in collaborazione con i vivaisti locali. Dal 6 all’8 di Novembre, sotto il titolo “Frutti perduti e ritrovati” si sono svolti seminari, mostre, eventi che hanno visto coinvolti numerosi docenti, ricercatori, studenti e imprenditori. Si sono così create occasioni di confronto e di collaborazione proficue non solo dal punto di vista scientifico, ma anche per il consolidamento dei legami operativi nel territorio regionale. Due seminari scientifici si sono svolti nella cornice dell’antico Palazzo Blasco di Nicastro, presso il polo didattico di Agraria coordinato dal Prof. Giovanni Agosteo, riscontrando l’interesse di un pubblico numeroso e qualificato..

Il primo seminario ha avuto per tema “Germoplasma frutticolo calabrese: situazione attuale e prospettive”. Le recenti esperienze di ricerca svolte sull’argomento presso il Dipartimento di Agraria sono state al centro degli interventi del Prof. Rocco Zappia e del Dott. Rocco Mafrica, mentre la Prof.ssa Giuliana Albanese ha trattato gli aspetti, particolarmente attuali, legati alla certificazione sanitaria dei fruttiferi. La dott.ssa carmela Barbalace, del Dipartimento Agricoltura della Regione Calabria, ha poi sottolineato la necessità di garantire la fitosanità salvaguardando la biodiversità quale patrimonio importante per i territori e le comunità. La relazione conclusiva, svolta dalla dott.ssa Emanuela Milone, ha tracciato un profilo dell’attuale condizione del vivaismo lametino, impegnato contemporaneamente sul fronte dell’innovazione e su quello della conservazione e valorizzazione delle varietà frutticole tradizionali.

Il secondo seminario, ha trattato il tema “Biodiversità e identità”. Nella relazione introduttiva, intitolata “Frutti, luoghi, comunità”, il Prof. Salvatore Di Fazio, dell’Università di Reggio Calabria, sulla base di una lettura delle corrispondenze tra diversità frutticole, paesaggi agrari e espressioni culturali, ha evidenziato gli aspetti legati alla percezione sociale del paesaggio. Il dott. Rosario Previtera ha raccontato alcune esperienze professionali che lo hanno visto protagonista nella valorizzazione della biodiversità agricola ed alimentare, attraverso la definizione di marchi collettivi e di strategie di marketing territoriale collegati a specifici prodotti locali (es: le prugne di Terranova Sappo Minulio, il pane di Cerchiara, ecc.). Il dott. Antonino Mangiapane, portando la sua esperienza di imprenditore agricolo e vivaista, ha delineato alcune alcune esperienze di valorizzazione di alcuni frutti locali, come ad esempio il melograno, in chiave agroindustriale, anche rispetto ad utilizzazioni innovative nell’industria farmaceutica e del vasto settore non alimentare. La dott. Iuliano, direttore del Centro Sperimentale e Dimostrativo dell’ARSSA, ha trattato il tema “Mito, rito, realtà”, mostrando l’impressionante continuità attraverso i secoli del rapporto dell’uomo con il mistero della natura così come si manifesta nella coltivazione e nell’utilizzazione dei frutti ed è documentato dall’enorme patrimonio di simboli, tradizioni e usanze ancora presenti in regione.

Per tutta la durata della manifestazione, diverse centinaia di studenti delle scuole calabresi e il più vasto pubblico hanno potuto visitare l’interessante mostra pomologica svolta presso il CSD ARSSA di Lamezia, accompagnati da studiosi e docenti che hanno spiegato l’attività del Centro, hanno introdotto i visitatori alla conoscenza dei diversi esemplari di frutti esposti, e ne hanno mostrato le caratteristiche peculiari e le utilizzazioni prevalenti, attuali e storiche, in rapporto ai territori di provenienza.

Cerca nel sito

 

Posta Elettronica Certificata

Direzione

Tel +39 0965.1694540

Fax +39 0965.1694550

Indirizzo e-mail


Ufficio didattica

Tel +39 0965.1694520

Fax +39 0965.810538

Indirizzo e-mail

Segreteria amministrativa

Tel +39 0965.1694510

Fax +39 0965.1694550

Indirizzo e-mail


Ufficio Orientamento

Tel +39 0965.1694206

Fax +39 0965.1694550

Indirizzo e-mail

Segreteria studenti

Tel +39 0965 1691471


Indirizzo e-mail


Biblioteca

Tel +39 0965.1694208 / 29 / 09

Fax +39 0965.1694550

Indirizzo e-mail

Social

Facebook

Twitter

YouTube

Instagram