Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page Home page

Cartografia catastale e sistemi di rilevamento innovativi per la gestione del territorio rurale

Dall'analisi della rappresentazione del territorio calabrese nel periodo pre-unitario fino alle più recenti innovazioni del sistema cartografico del catasto italiano e delle tecniche di rilevamento del territorio rurale. Questi i contenuti della Giornata di Studi “Cartografia catastale e sistemi di rilevamento innovativi per la gestione del territorio rurale” che ha avuto luogo venerdì 9 giugno presso il Dipartimento di Agraria della Università degli Studi ‘Mediterranea’ di Reggio Calabria.
L’iniziativa è stata promossa dal gruppo di lavoro RurAL (Rural Architecture and Landscape) del Dipartimento di Agraria della Università ‘Mediterranea’ in collaborazione con il Consiglio dell'Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali (CONAF), l’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della provincia di Reggio Calabria, l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Reggio Calabria, il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Reggio Calabria, l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Reggio Calabria, ed è stato patrocinato dalla Federazione Regionale degli Ordini dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Calabria e dal Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati.
La Giornata di Studi, rivolta a studenti, liberi professionisti e cultori della disciplina, è stata molto partecipata ed ha offerto un’occasione privilegiata di approfondimento tecnico-scientifico e di dibattito tra i responsabili della gestione del sistema cartografico e delle banche dati del catasto, ricercatori e liberi professionisti. Nell’arco di tutte le fasi dell’evento, è stata registrata la presenza di oltre 350 partecipanti.
L’evento si è aperto con i saluti istituzionali delle Autorità Accademiche della ‘Mediterranea’, degli Ordini professionali e dei rappresentanti della Direzioni regionale dell’Agenzia delle Entrate della Calabria e coordinati dal prof. Carmelo Riccardo Fichera, Presidente della II sezione dell’Associazione Italiana di Ingegneria Agraria (AIIA).
I lavori della giornata e gli interventi dei relatori sono stati introdotti e moderati dal prof. Giuseppe Modica del Dipartimento di Agraria della Università ‘Mediterranea’, che ha sottolineato la grande attualità e l’interesse dei temi trattati.
La rappresentazione del territorio calabrese nel periodo pre-unitario è stato il tema centrale dell’intervento del dott. Antonio Grembiale, esperto di sistemi catastali. Il cosiddetto catasto “onciario”, istituito a seguito dell’editto di Carlo di Borbone, ed il successivo “Catasto Murattiano”, non erano supportati da mappe, contenute invece nelle “piante di possessioni”, nelle liti confinarie e nei cabrei che rappresentano, seppur per limitate estensioni, le uniche rappresentazioni grafiche del periodo. Tali documenti, custoditi presso gli Archivi di Stato, sono uno strumento di studio di fondamentale importanza, contenendo informazioni sulla forma e dimensioni dei vari appezzamenti di terreno, delle colture praticate, della viabilità e delle risorse sorgive.
L’ing. Flavio Ferrante, Responsabile del Settore Servizi Cartografici della Direzione Centrale del Catasto, ha prima descritto l’evoluzione del sistema cartografico catastale negli ultimi 30 anni, sottolineando le importanti innovazioni introdotte per rispondere efficacemente alle esigenze interne legate alla fiscalità, ma anche per supportare le amministrazioni centrali e locali dello Stato nel governo del territorio. Nella seconda parte del suo seguitissimo intervento, ha illustrato l’attuale sistema cartografico e i relativi servizi per i cittadini, i professionisti e le Pubbliche Amministrazioni ed ha delineato le linee evolutive per una più moderna ed efficace governance del territorio.
L’ing. Marco Garcea, Responsabile del Settore Banca Dati Integrata della Direzione Centrale del Catasto, ha affrontato il tema del controllo del territorio nelle attività immobiliari, strumento che ormai da diversi anni può basarsi sull’utilizzo delle più moderne tecnologie informatiche e di rilievo. Tali possibilità, insieme allo sviluppo di idonee procedure di gestione informatizzata, incrementano fortemente la produttività degli operatori in diversi ambiti di accertamento immobiliare diffuso, quale la recente verifica sui fabbricati rurali da censire al catasto urbano, riducendo fortemente tempi e costi di esecuzione di tali operazioni.
Il prof. Francesco Saverio Nesci e il dott. Giacomo Falcone, del Dipartimento di Agraria della Università ‘Mediterranea’, hanno portato all’attenzione dei partecipanti alcuni approfondimenti sulla fiscalità e sul valore immobiliare dei terreni agricoli. Alcuni aspetti esemplificativi legati alla coltura del bergamotto, hanno consentito di mettere in evidenza la necessità di revisionare gli attuali estimi catastali.
Il dott. Leonardo Alestra ha presentato alcune soluzioni innovative della Leica Geosystems per il rilievo e il processamento di dati in ambito agricolo e forestale.
Il prof. Giuseppe Modica, ha illustrato alcune esperienze del gruppo di lavoro RurAL del Dipartimento di Agraria della Università ‘Mediterranea’ nell’ambito delle cosiddette infrastrutture di dati spaziali (SDI), delle piattaforme WebGIS basate su software open source e del rilevamento di precisione con sistemi aerei a pilotaggio remoto (droni) e laser scanner terrestre.
Al termine delle relazioni, ampio spazio è stato dato al dibattito, avviato e moderato dal dott. Gianni Guizzardi, Coordinatore del Dipartimento Economia ed Estimo del CONAF. Numerose i temi affrontati, tra i quali: l’accessibilità ai dati per i liberi professionisti, le difficoltà oggettive legate alle stime dei valori immobiliari, la probatorietà dei dati catastali nell’accertamento dei confini, ecc.
Nella sessione pomeridiana della Giornata di Studi, si è svolta la visita guidata della mostra Archivio Catastale curata dal dott. Antonio Grembiale che brevemente ha ripercorso la storia e gli strumenti del catasto italiano e nell’ambito della quale sono state esposte mappature del territorio rurale calabrese e documenti provenienti dall’Archivio di Stato di Catanzaro, mai prima esposti al pubblico. Durante tutta la durata dell’iniziativa, agli interessati sono state presentate e descritte nelle loro funzionalità soluzioni e strumentazioni di Leica Geosystems per il rilievo, la gestione ed il controllo del territorio.

Cerca nel sito

 

Posta Elettronica Certificata

Direzione

Tel +39 0965.1694540

Fax +39 0965.1694550

Indirizzo e-mail


Ufficio didattica

Tel +39 0965.1694520

Fax +39 0965.810538

Indirizzo e-mail

Segreteria amministrativa

Tel +39 0965.1694510

Fax +39 0965.1694550

Indirizzo e-mail


Ufficio Orientamento

Tel +39 0965.1694206

Fax +39 0965.1694550

Indirizzo e-mail

Segreteria studenti

Tel +39 0965 1691471


Indirizzo e-mail


Biblioteca

Tel +39 0965.1694208 / 29 / 09

Fax +39 0965.1694550

Indirizzo e-mail

Social

Facebook

Twitter

YouTube

Instagram